Per il nostro territorio straordinario

Mi chiamo Luca Sabattini e sono nato a Castelfranco Emilia, in provincia di Modena, 42 anni fa. Dopo la laurea in Economia aziendale, ho conseguito un master in Human Resources Management ed un secondo in Business Administration.

All'impegno professionale come commercialista, dal giugno 2009 al maggio 2014 ho affiancato quello nelle istituzioni, come assessore al Bilancio del Comune di Castelfranco Emilia.
Nel 2014 sono stato eletto in Consiglio Regionale. In questi anni mi sono occupato dei temi che mi stanno più a cuore - lavoro, diritti, ambiente – con l’obiettivo di rappresentare al meglio i bisogni e le speranze di un territorio straordinario come quello modenese.

Sono stati anni impegnativi ma ricchi di soddisfazioni: ora mi candido per un secondo mandato in Regione per continuare a lavorare al servizio delle nostre comunità.

Cinque anni per i diritti e la crescita

Negli ultimi cinque anni la nostra Regione ha saputo rimettersi in moto, accettando la sfida dell’innovazione, ripensando la propria economia per uscire dalla crisi. I dati ci dicono che abbiamo intrapreso la strada giusta, nel segno dell’equità, della crescita e dei diritti: ora vogliamo fare un altro passo avanti insieme alle nostre comunità.

Il lavoro, sicuro e di qualità

Il Patto per il Lavoro ha dimezzato la disoccupazione in regione. Mi sono occupato di contrasto alle false coop, di incentivi alle aziende che innovano, di formazione e di diritto allo studio.

L’ambiente al centro

La legge sull’economia circolare, quella sulla riduzione del consumo di suolo, il piano per la qualità dell’aria: abbiamo praticato una scelta netta nel segno della sostenibilità.

Un Welfare rinnovato

La Regione ha allargato la sfera delle tutele, riducendo le rette dei nidi, abolendo il superticket, mettendo in campo tante misure di supporto alle famiglie.

Gli obiettivi del prossimo mandato

Gli emiliano romagnoli sono donne e uomini, bambini e anziani, imprenditori e lavoratori stabili o precari. Vogliamo che nessuno di loro si senta solo nel guardare al proprio futuro. Che si possa attrarre chi vuole correre e proteggere chi fatica a tenere il passo. Che la nuova ricchezza scaturita dalla conoscenza sia redistribuita. Che la difesa dell’ambiente diventi prioritaria e popolare.
Ecco gli obiettivi per i quali mi impegnerò ogni giorno.

1

Libertà nel lavoro

Contrastare la falsa cooperazione, mappare il lavoro digitale, rafforzare il ruolo dei Centri per l’Impiego, introdurre premialità forti nei bandi per chi applica contratti di lavoro nazionali corretti e incentivi per la parità salariale tra uomini e donne: la priorità è un lavoro sicuro e di qualità.

L'ambentalismo popolare

Vogliamo rendere l’ambientalismo accessibile e popolare, supportando i comportamenti individuali, la mobilità dolce, il trasporto pubblico, progettando un servizio capillare, riconosciuto come welfare aziendale per i dipendenti.

2

3

Il distretto originario

Dobbiamo far crescere nuove opportunità, nel segno dell’economia green: a Modena, nel cuore pulsante della Motor Valley, può nascere un distretto per la ricerca dei nuovi carburanti del futuro, dall’idrogeno alle ricariche liquide delle batterie.

Talenti da coltivare

Professionisti, autonomi, piccole aziende: dobbiamo sostenerli, integrando maggiormente la formazione con il tessuto produttivo, accompagnandoli, con strumenti concreti, nei progetti di crescita per trattenere i nostri talenti ed attrarne da fuori. L’Emilia Romagna è una terra di opportunità, anche nell’era digitale.

4

5

Welfare

Le trasformazioni demografiche ci pongono nuovi rischi e nuove sfide. Vogliamo lavorare per un ulteriore sostegno alle famiglie nei primi 1000 giorni di vita del bambino, per il supporto alla non autosufficienza e alle fasce anziane, per il rafforzamento delle nostre eccellenze sanitarie.

Facciamo squadra

Ho sempre creduto nel gioco di squadra. Per questo ti chiedo un aiuto per vincere insieme questa partita: utilizza gli spazi qui sotto per inviarmi proposte e critiche o semplicemente per metterci in contatto.